Irene al corteo di Firenze
 


Firenze città aperta
9 novembre 2002


Sabato pomeriggio: cielo grigio scuro, freddo umido, negozi chiusi in gran parte, strade liberate dalle macchine, la città sembra grandissima così svuotata dalla nostra presenza...... questo poche ore prima di una giornata speciale, in cui quasi un milione di persone da tutta l' Italia e anche dall'Europa, raggiunta Firenze, hanno iniziato un lungo percorso a piedi per manifestare dissenso verso la politica che fa della globalizzazione l'unica soluzione per lo sviluppo economico mondiale. Membri del social forum, ragazzi, delegazioni di minoranze etniche, sindacalisti, anziani, mamme, partigiani, poliziotti, suore, rockstar, c'eravamo tutti.
Non avevo mai visto nella mia città una manifestazione di tale portata, così tante bandiere, così tanti volti e colori. L'arrivo della manifestazione era proprio a due passi da casa mia e tutti i negozi e bar della zona erano chiusi Mi ero informata dal "caro gino" della mia colazione già qualche giorno prima e mi diceva che i giornali e i servizi in televisione certo non lo avevano incoraggiato a restare aperto. Ho pensato che all'arrivo della manifestazione un po' di pane e finocchiona e un bicchiere di vino non avrebbero certo guastato. Così, con un gruppo di amici abbiamo organizzato un piccolo banco di rifocillamento .
Anche sui viali dove passava il corteo, mi hanno detto e ho visto le foto sui giornali il giorno dopo, dalle case venivano offerti acqua e caffé.
E' stato un bel momento di aggregazione e sicuramente un grande ricordo per me.
Un bacio a tutti. Irek